L’Istituto Comprensivo Savona I  è costituito dalla ex Direzione Didattica di Villapiana e dalle sedi di Villapiana e Lavagnola della ex scuola secondaria di I grado “S. Pertini”.

Si estende su una vasta zona comprensiva:

  • - del quartiere di Villapiana, già sede di impianti industriali, ora dislocati altrove e sede di servizi socio-sanitari e finanziari
  • - del quartiere La Rusca, attiguo al quartiere di Villapiana
  • - del quartiere di Lavagnola, uno dei più antichi della città di Savona, confinante, a sud con il quartiere di Villapiana
  • - della frazione Santuario, posta a nord di Lavagnola che vanta una significativa tradizione ed un patrimonio artistico-culturale di valore, legati al Santuario della Madonna di Misericordia da cui prende nome la valle.

roberto 028

Sede della Presidenza: via Verdi 15, 17100 Savona 

Le scuole di via Verdi

Tra le più imponenti realizzazioni dell'edilizia scolastica savonese degli Anni Trenta del Novecento, dedicate a Rosa Maltoni Mussolini, la madre del Duce, e poi intitolate a Giuseppe Mazzini.

Nel settembre 1929, il Podestà di Savona Assereto, acquistò 9.249 metri quadrati di terreno in questa zona, per un prezzo di 360.000 lire. Il primo progetto, compilato dall'ingegnere comunale Ivan Ricca, nel marzo 1928, prevedeva un edificio di due piani, due ingressi su via Verdi e via Zara, 17 aule.

 I lavori, affidati all'impresa Mezzacane, per un importo di 1.100.000 lire, iniziarono nel dicembre del 1930.

Durante l'esecuzione dei lavori, si constatò che la popolazione scolastica era aumentata e i due piani non sarebbero più bastati per le esigenze del quartiere. 

L'ingegner Ricca compilò nel settembre 1931 un nuovo progetto aggiungendo un piano. 

La spesa aggiuntiva fu di 535.000 lire ed il cantiere fu chiuso il 31 gennaio del 1933.

Il 27 aprile dello stesso anno, il vescovo Pasquale Righetti e le autorità cittadine, si recarono ad inaugurare la scuola, il giornale "Il Letimbro" così raccontò la cerimonia: "ieri, giovedì, la famiglia scolastica savonese fu in festa. S.E. monsignor vescovo benedisse il nuovo splendido locale scolastico che accoglie tra le sue mura l'immensa falange dei bimbi del rione Villapiana. Alla bella cerimonia presenziarono tutte le autorità cittadine e gran folla di personalità, insegnanti, cittadini, bimbe e bimbi, nelle loro accurate divise di Balilla e di Piccole Italiane".

Da allora questo edificio ha ospitato generazioni di abitanti del quartiere che hanno iniziato qui la loro formazione scolastica.

Dal 1986, ospita anche la scuola media, un tempo Giuria-Chiabrera, dall'anno 2000 intitolate a Sandro Pertini, Presidente della Repubblica Italiana dal 1978 al 1985 e valoroso antifascista savonese.

 

Tratto da "Giro Villapiana - da un ponte all'altro"

testi di Giovanni Gallotti e Giuseppe Milazzo

Circolo "Voglia di Vivere"